Alle 22.00 di oggi un asteroide “sfiorerà” la Terra: “Il quarto più vicino di sempre”

0

Questa notte, se i calcoli degli scienziati sono corretti, “un asteroide passerà a poco meno di 10.000 chilometri dal centro del nostro pianeta, di circa 3.500 chilometri dalla superficie terrestre”.
Lo ha annunciato l’astrofisico Gianluca Massa, capo del progetto Virtual Telescope.
Soprannominato “2023 BU”, l’oggetto è stato scoperto appena cinque giorni prima del suo incontro ravvicinato con la Terra, previsto intorno alle 22:17 ora italiana di oggi (l’orario può variare di circa 2 ore in più o in meno).
Questo è il terzo asteroide dall’inizio dell’anno a volare vicino al nostro pianeta, meno di quello tra la Terra e la Luna, ed è il quarto mai misurato.
L’asteroide “2023 BU” è stato osservato dall’ingegnere e astronomo dilettante Gennadij Borisov il 21 gennaio all’Osservatorio Margo di Nauchnij, in Crimea. Borisov è noto anche per la scoperta della prima cometa interstellare conosciuta, “2I/Borisov”, nel 2019.
L’asteroide è stato subito studiato da diversi osservatori astronomici di tutto il mondo, come quello francese di Saint-Pardon-de-Conques, quello inglese di Great Shefford (entrambi privati) e quello nazionale statunitense di Kitt Peak.
Con un diametro stimato tra i 3,7 e gli 8,2 metri, l’asteroide appartiene al cosiddetto gruppo di asteroidi Apollo, che comprende corpi celesti potenzialmente pericolosi per la Terra a causa della possibilità di un impatto catastrofico: ad esempio, la meteora di Chelyabinsk, esplosa nel 2013 la città con lo stesso nome era un asteroide di Apollo. Attualmente, l’asteroide viaggia a una velocità di circa 9,3 chilometri al secondo.
L’appuntamento con la Terra è seguito dal Virtual Telescope Project, che ha ospitato una diretta online il 26 gennaio alle 20:15 ora italiana.

[email protected]

© Copyright 2023 Editoriale Libertà

You might also like