Attacca due chiese con una katana. Ucciso sagrestano, ferito il parroco

0

Una prima immagine della scena dell’attentato alle chiese, in provincia di Cadice

Panico e orrore ad Algesiras, in Andalusia, per un attentato di un uomo armato di machete in due chiese, che ha ucciso un sacrestano e ferito almeno altre 4 persone, tra cui un pastore in gravi condizioni. L’aggressore è stato arrestato e secondo fonti della Procura della Repubblica dell’Audiencia Nacional, che sta coordinando le indagini, si tratterebbe di un attentato terroristico. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo di origini marocchine e sulla trentina avrebbe fatto irruzione nella chiesa di San Isidro, in uno dei quartieri più popolari, dopo le 18 e, dopo un litigio, avrebbe colpito il parroco, Antonio Rodriguez . , ferendolo gravemente al collo.

Si sarebbe poi recato nella vicina chiesa della Palma, nel centro del paese, dove avrebbe iniziato a lanciare oggetti sacri dall’altare e avrebbe accoltellato il sagrestano, Diego Valencia, che aveva tentato di fermarlo. I drammatici avvenimenti nella testimonianza del parroco della chiesa della Palma, Juan José Marina, che si trovava fuori dal tempio al momento dell’attacco: “Secondo quanto mi dicono, un musulmano è entrato e ha cominciato a prendere oggetti dalla altare”, ha detto a El Pais. Poi il sagrestano ha cercato di fermarlo ed è stato aggredito in chiesa. Il povero ferito è uscito in strada per chiedere aiuto e lì è stato colpito di nuovo, in piazza. L’aggressore proveniva dalla chiesa di San Isidro, dove aveva picchiato un salesiano che in quel momento celebrava la messa”.

L’aggressore, vestito con un chillaba, si sarebbe poi diretto verso la vicina Cappella Europa, dove è stato fermato e arrestato dalla polizia. “Siamo sgomenti per fatti che ci feriscono”, ha detto il sindaco José Ignacio Landaluce, che ha dichiarato lutto per la città. Mentre il segretario generale della Conferenza episcopale spagnola, Francisco César García Magán, ha espresso su Twitter il suo “dolore” per l’accaduto: “In questi tristi momenti di sofferenza, ci uniamo al dolore delle famiglie delle vittime e dei Diocesi di Cadice e chiediamo al Dio della vita e della pace la pronta guarigione dei feriti”. La comunità musulmana ha rilasciato un comunicato in cui condanna l’attacco.

You might also like