Attenti al linciaggio di piazza. Stiamo calmi perché…

0

NAPOLI – “Se vogliamo andare al linciaggio in piazza, non c’è problema, ma manteniamo la calma perché temo che la questione possa riguardare anche altri argomentiAd esempio, il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha commentato il procedimento in corso contro la Juventus e le pressioni di tanti tifosi del Paese sui titoli che i bianconeri hanno conseguito negli anni in cui sono in corso le indagini. “Per serietà e onestà intellettuale devo sottolineare che il mondo del calcio sta vivendo momenti di tensione, non solo in Italia, ma in tutta Europa e nel resto del mondo. E non mi piace l’idea di punire alcuni realtà, in questo caso specifico. Juventus, prima che inizi un processo. Noi non accusiamo e puniamo i soggetti prima dell’inchiesta”. Ha aggiunto.

“Ci sono indagini – disse Gravina – ci sono acquisizioni di atti, la nostra Procura è allertata. Non conosciamo l’esito dell’indagine del magistrato ordinario, ma c’è un collegamento tra i due rami della giustizia e si attende quanto emerge dal processo. Poi si penserà al sistema calcio, ma ora – ha ripetuto – non colpevolizziamo i soggetti e non li puniamo prima dell’esame”.. Lo ha poi sottolineato Gravina “C’è un nuovo corso della nostra giustizia sportiva che esprime un’esigenza di grande trasparenza. Se guardi a quanto è stato fatto negli ultimi quattro anni, ti rendi conto della rivoluzione. Poi gli aspetti emotivi vanno denunciati solo se corrispondono a concrete fatti penso al valore aggiunto, c’è scalpore, ma non c’è nessun elemento oggettivo che possa mostrare nell’economia di mercato, non solo nel calcio, se il valore aggiunto è reale o fittizio, senza l’elemento di oggettivazione”.

Juve, perché si sono dimessi tutti? Quello che è successo lunedì nel consiglio

Guarda il video

Allegri ad Agnelli: “Amicizia che non si interromperà”

Juventus, Gravina risponde a Tebas

Sul caso Juventus: “Siamo in stretto contatto con la UEFA, anche qui vediamo alcune riflessioni e attacchi gratuiti da parte di chi dovrebbe curiosare in casa loro. Penso che siano piuttosto fuorvianti”, ha proseguito Gravina riferendosi alle recenti dichiarazioni di Tebas e alla richiesta della Liga al massimo organo calcistico europeo di sanzioni contro la Juventus. Il numero uno della Figc ha sottolineato che “La UEFA è un organismo internazionale che ha contatti con noi, quindi attendiamo il processo e poi traiamo le conclusioni“.

Del Piero e Chiellini, forse in un futuro riassetto della Juve

Liga, attacco pesante alla Juventus: "Deve essere punito"

Guarda il video

Liga, attacco pesante alla Juventus: ‘Va punito’

Le parole di Gravino

“Non sono preoccupato per le plusvalenze. Sono preoccupato per le conseguenze di eventuali plusvalenze se creano problemi”. Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, che ha parlato del caso Juventus a margine di un convegno a Napoli. “Per me – disse Gravina – preoccupa il debito da 4 miliardi e 700 milioni del sistema calcio, mi preoccupa una scadenza per fine anno, fine dicembre, per la parte tasse e per la parte quote. Mi preoccupa la sospensione prevista dalla legge 2447 che prevede la copertura delle perdite: tutte questioni che richiedono un approfondimento, tutte questioni che richiedono l’attenzione degli organi di governo, ma che richiedono comunque un gesto di grande maturità da parte del calcio sistema”..

Casamicciola, Gravina: “Un minuto di silenzio questo fine settimana”

“A Casamicciola porgo il cordoglio di tutto il mondo del calcio. Per tutte le partite di campionato di questo fine settimana farò un minuto di silenzio”. disse Gravin. “Siamo rimasti particolarmente scioccati da quanto accaduto a Ischia. Mandiamo un abbraccio a tutte le famiglie e siamo solidali con le loro sofferenze – ha aggiunto Gravina –. Sono contento che ci siano così tanti bambini nel nostro mondo, soprattutto quelli di due squadre di futsal, li ho visti al telegiornale, commossi nella loro dedizione al fango pulito”..

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

You might also like