BlockFi, bancarotta per un altro exchange. Chi sarà il prossimo?

0

BlockFi è l’ennesima vittima dell’effetto domino che caratterizza il mondo crypto nel 2022. I problemi per l’azienda erano già iniziati prima del crollo di FTX dopo il crollo del progetto Terra Luna di Do Kwon. Invio della domanda fallimento di BlockFi si unisce a quelli di Celsius Networks e Voyager Digital. Che cosa sta succedendo?

Fallimento BlockFi: cosa è successo?

I problemi finanziari di BlockFi si estendono a tempi che hanno portato al crollo di FTX. In particolare, si associano alla morte del progetto Terra-Luna di Do Kwon, considerato da molti il ​​padre di tutti i recenti fallimenti. Tuttavia, BlockFi in particolare sembrava essere scampato a ogni pericolo grazie al “salvataggio” da SBF: FTX aveva infatti aperto una linea di credito tramite Alameda per supportare la società fintech statunitense. Dopo il fallimento del secondo exchange più grande al mondo, è iniziato un effetto domino nel mondo crypto e Blockfi non ha potuto fare a meno di affidarsi al «Capitolo 11». Dopo il crollo di Reti Celsius era prevedibile aspettarsi altri fallimenti in breve tempo e con ilinterruzione dei prelievi dalla piattaforma BlockFi il destino dei poveri investitori della piattaforma era praticamente già scritto nel copione utilizzato da FTX.

Quale sarà il prossimo protocollo a crollare?

Molti si aspettano una continuazione del terribile effetto domino che sta distruggendo molti dei principali centri di riferimento del mercato delle criptovalute. La lente d’ingrandimento va alle aziende associate a FTX e BlockFi: tra queste fidati di ankura con un debito di 729 milioni di dollari, aziende di valore e anche il SEZ. I finanziatori diretti di BlockFi includono anche quelli noti Fratelli Winklevos che dopo lo storico caso giudiziario con Marco Zuckerberg E Facebook hanno spostato la loro attività nel mercato delle criptovalute attraverso uno scambio di fama mondiale chiamato Gemello.

Infine, l’elenco include anche Genesis, una società di prestito di criptovalute, che i regolatori ritengono possa aver commesso reati meritevoli di ulteriori indagini. In effetti, sono molti gli scambi e i protocolli che sembrano mostrare situazioni allarmantisenza regole e con molti meno controlli: per le autorità la situazione potrebbe infatti essere più grave di quanto sembri.

Nel frattempo, gli investitori, intimiditi dal continuo susseguirsi di cattive notizie, sembrano perdere fiducia nel cryptosystem, come dimostrano i dati on-chain. Gli utenti continuano a prelevare incessantemente i propri fondi dalla maggior parte dei CEX (scambi centralizzati). Questo drenaggio di liquidità non è certo una panacea per un settore già paralizzato dai recenti fallimenti.

You might also like