Bonus auto: da novembre gli incentivi raddoppiano: quali modelli potrai acquistare e come richiederli

0

Basta inquinare le auto: gli incentivi fioccano. Ci sono persone che hanno diritto a un raddoppio molto interessante del bonus auto, ecco di chi si tratta…

Si parla di “bonus auto” dall’inizio dell’anno. Ebbene, a poco più di cinque mesi dall’inizio dei premi auto per l’anno 2022, è già partita una (interessante) rimodulazione. In molti casi si parla addirittura di uno doppio bonuspoiché la via è ora tracciata: il futuro chiede auto meno inquinanti, più veicoli ibridi ed elettrici. Qual è il problema? L’Italia, come molti altri paesi, non sta ancora recuperando terreno su questo futuro in movimento, basti pensare a due cose: la bassa domanda (dovuta a prezzi ancora molto alti) e l’organizzazione generale ancora approssimativa. Esempio: Vediamo quante stazioni di ricarica per auto elettriche sono poste in paesi come Norvegia, Finlandia, Danimarca, Svezia o Islanda (decisamente in linea con il cambiamento per proteggere l’ambiente) e quante nel nostro bagagliaio.

Ricarica auto elettriche

La soluzione pensata dal ministero di Sviluppo Economico sarà poi – dal 2 novembre 2022 – costituito da a aumento del 50%. del contributo per l’acquisto di veicoli non inquinanti a beneficio dei soggetti con Bassi introiti. In questo modo puoi ottenere il massimo per un’auto elettrica 7.500 euro. Si è inoltre deciso di allargare la platea dei beneficiari società di noleggioinizialmente escluso dai premi, ma con bonus dimezzato.

Il nuovo ecobonus 2022 oscilla quindi tra importi di 2.000 euro e 7.500 euro, a seconda del tipo di auto acquistata: più basse sono le emissioni di C02 attese dei diversi modelli, più alto è lo sconto, ovviamente. Poi c’è una differenza essenziale tra sconto in caso di rottamazione o senza la nostra auto: il il bonus più alto può essere ricevuto solo rottamando auto Euro 0, 1, 2, 3 o 4 (essenzialmente veicoli con più di 10 anni). Per usufruire del massimo sconto i il reddito familiare non può poi superare il tetto di 30.000 euro e può essere utilizzato solo da una persona nella stessa famiglia. Ci sono anche tre livelli di emissioni che vengono forniti con i diversi sconti.

Bonus auto: le gomme ad emissioni e come richiederle

Per la precisione: il bonus sarà di 5.000 euro con demolizione e di 3.000 euro senza demolizione con un limite massimo di spesa di 35.000 euro per emissioni tra 0 e 20 grammi di CO2/km dal veicolo; sarà di 4.000 euro in caso di rottamazione e di 2.000 euro senza rottamazione con un costo massimo di 45.000 euro per emissioni comprese tra 21 e 60 grammi di CO2/km e invece sarà di 2.000 euro solo per i casi di rottamazione per emissioni comprese tra 61 e 135 CO2 grammi/km. La prima gamma comprende essenzialmente il auto elettricanella seconda le plug-in ibrido e nella terza classe ibrido completo.

Bonus auto raddoppiati, incentivi massicci
Bonus auto raddoppiati, incentivi massicci

Come richiedere i bonus? Lo sconto viene applicato direttamente in fase di acquisto nei concessionari, dove i venditori lo applicano sull’apposito sito Ecobonus del MISE. Quindi nessuna registrazione elettronica speciale per l’utente. Si prega di notare che almeno sulla piattaforma online possono essere visualizzati anche in tempo reale i fondi rimanenti ancora disponibili per beneficiare delle agevolazioni, che potrebbero concludersi entro la fine dell’anno.

Le restrizioni per accedere ai bonus sono invece cambiate rispetto a quelle di tre anni fa. In particolare, per accedere agli sconti è necessario: possedere il veicolo da almeno 12 mesi (serve il certificato di proprietà) e acquistare un’auto che storicamente è costata meno di quanto previsto per i vecchi bonus. Poi viene riconosciuto bonus di diverso valore in base alle emissioni del veicolo appena acquistato.

You might also like