Borsa Italiana, il commento della seduta del 16 novembre 2022

0

Performance decisamente negativa per Telecom Italia TIM dopo che l’agenzia Fitch ha declassato di un notch il rating sul debito. A MidCap focus su MFE-MediaForEurope

I principali indici di Borsa Italiana e delle principali piazze finanziarie europee si confermano in territorio negativo, dopo i timori di una recrudescenza del conflitto tra Russia e Ucraina. Prosegue intanto il collocamento della diciottesima tranche del Btp Italia che scadrà a novembre 2028: nei primi due giorni di offerta il titolo ha ricevuto ordini per 5,43 miliardi di euro.

Alle 13:10 FTSE Mib ha registrato un calo dello 0,62% a 24.547 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 24.534 punti e un massimo di 24.759 punti. Allo stesso tempo il FTSE Italia Tutte le parti ha perso lo 0,68%. Peggiore prestazione per il FTSE Italia a media capitalizzazione (-1,18%) e per il Stella del FTSE Italia (-1,82%).

Il bitcoin si è avvicinato ai 16.500 dollari (circa 16.000 euro).

Il BTP Bund Spread è tornato a 190 punti, con un rendimento del Btp decennale del 4%.

L’euro si conferma sopra 1,04$.

Telecom Italia Tim può essere visto sul FTSEMib. Le azioni della compagnia telefonica hanno iniziato la giornata con a diminuzione del 3,43% per 0,225 euro. L’agenzia Fitch ha abbassato di una tacca il rapporto debito/PIL della compagnia telefonica da “BB” a “BB-“; l’outlook del rating per i prossimi trimestri rimane negativo.

A MidCap concentrarsi su MFE-MediaForEurope (-3,68% a 0,5235 euro). La casa editrice ha reso noti i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2022, riaffermando l’obiettivo di continuare a fornire risultati economici positivi e core cash flow (free cash flow) per l’anno.


You might also like