Borsa Italiana, il commento della seduta del 30 novembre 2022

0

I principali indici di Borsa Italiana e dei mercati finanziari europei hanno registrato un rialzo di poco più di mezzo punto percentuale. Bravi UniCredit e Stellantis

I principali indici di Borsa Italiana e delle principali piazze finanziarie europee essere confermato in area positiva, con incrementi di poco più di mezzo punto percentuale. I dati sull’inflazione in Italia e in Europa non hanno cambiato la direzione del mercato.

Alle 11:40 FTSE Mib guadagna lo 0,62% a 24.617 punti, mentre il FTSE Italia Tutte le parti aumentato dello 0,59%. Segno più per il FTSE Italia a media capitalizzazione (+0,42%) e per il Stella del FTSE Italia (+0,15%).

Il bitcoin erano quasi 17.000 dollari (poco meno di 16.500 euro).

Il BTP Bund Spread si è allargato a 190 punti, con un rendimento sul BTP decennale del 3,85%.

L’euro si conferma sopra i 1.035 dollari.

Generalmente raccolgo azioni nel settore bancario.

Le prestazioni di Unicredit (+1,65% a 13.174 euro). L’agenzia FItch ha confermato il rating “BBB” sulla solidità patrimoniale dell’istituto guidato da Andrea Orcel.

Segno più per il BancoBPM (+0,06% fino a € 3.315). Nell’ambito del processo competitivo avviato dalla banca nei mesi scorsi per valutare possibili opzioni di partnership nel settore Danni/Protezione, il Consiglio di Amministrazione della banca ha deliberato di concedere a Crédit Agricole Assurances un periodo di esclusiva.

Intonazione positiva per Stellantis (+1,17% a 14.882 euro). Il colosso automobilistico ha annunciato di aver firmato un accordo con Banco Santander (Brasile) con l’obiettivo di riorganizzare la sua partnership per il finanziamento del settore automobilistico in Brasile.

L’aumento è notevole tra le società a minore capitalizzazione PLC (+10,7% a 1.555 euro). La società comunica di essersi aggiudicata due nuove commesse nel sud Italia.


You might also like