Borse, Europa in rialzo. Piazza Affari trainata da rally Stm

0

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – Le borse europee puntano al rialzo dopo la seduta incolore della vigilia. Anche contratti futures nel mercato statunitense sono positivi, dopo che il titolo Usa ha chiuso con poco movimento e recuperato le perdite registrate ad inizio seduta. L’attenzione è sempre alta sulle prossime mosse delle banche centrali la prossima settimana mentre il mercato attende dagli Stati Uniti molti dati inclusa la stima preliminare del PIL del quarto trimestre, l’andamento dei beni durevoli a dicembre e quello delle nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione.

A Piazza Affari St sarai a caccia di bollette

A Milano sale alle stelle le azioni di Stmicroelectronicd che ha comunicato i risultati del quarto trimestre. Si è registrato risultato superiore alle aspettative dalla società e dagli analisti in termini di utili (pari a 1,24 miliardi, +66,4%) e sostanzialmente in linea con i ricavi (4,4 miliardi, +24,4%). Passando alle previsioni del primo trimestre 2023, la società prevede che i ricavi cresceranno anno dopo anno, ma inferiori rispetto ai tre mesi precedenti. L’attenzione su Telecom Italia è sempre alta, nel giorno in cui si tiene il nuovo incontro tra azionisti e governo. Le banche sono ben messe a punto, acquisti su titoli Nexi.

Poco movimento nel petrolio, il gas resta sotto i 60 euro al MWh

Poco spostato il prezzo del greggio dopo che i livelli delle scorte negli Stati Uniti sono aumentati meno del previsto e gli investitori hanno atteso con impazienza una riunione dell’OPEC+ la prossima settimana per vedere se i livelli di produzione sono confermati. Altro elemento sotto esame è l’embargo europeo sul greggio dalla Russia, che inciderà inevitabilmente sui livelli di offerta. Nel frattempo, il prezzo del gas che però rimane stabilmente sotto i 60 euro per MWh.

Spread leggermente spostato sotto i 180 punti

Lo spread tra Btp e Bund si è mosso poco, con i rendimenti obbligazionari dell’eurozona praticamente invariati rispetto alle posizioni di chiusura di ieri. Sul mercato secondario Mts dei titoli governativi europei, il differenziale di rendimento tra il Bund decennale e la stessa scadenza italiana (Isin IT0005494239) è indicato a 179 punti base, invariato rispetto all’ultimo riferimento registrato ieri. Il rendimento del BTP benchmark decennale è sceso frazionalmente, segnato al 3,94% in apertura, dal 3,95% in chiusura alla vigilia

Scopri di più

Tokyo chiude di nuovo, Cina in rally

La Borsa di Tokyo ha chiuso la seduta in leggero ribasso, con gli investitori che guardano con cautela alla stagione trimestrale del mercato domestico in vista di nuove indicazioni macroeconomiche provenienti dagli Stati Uniti. L’indice Nikkei di riferimento segna una variazione negativa dello 0,12%, a 27.362,75, e una perdita di 32 punti. Sul mercato dei cambi, lo yen si è mosso poco contro il dollaro, a 129,30, e contro l’euro a 141,20. Le azioni cinesi sono aumentate dopo le festività del capodanno cinese poiché i dati sulla spesa e sul turismo hanno suggerito che la ripresa a Hong Kong e nella Cina continentale stava guadagnando slancio. per raggiungere il suo prezzo di chiusura più alto da aprile. I mercati onshore rimarranno chiusi per il resto della settimana.

You might also like