Calvizie, la Medicina Rigenerativa Inclusiva è la nuova frontiera.

0

Grazie ad un’azione inclusiva e multidisciplinare, è possibile bloccare l’invecchiamento cellulare E follicoli precoci, invertire il processo degenerativo , invertire l’assottigliamento dei follicoli in grado di produrre capelli folti e sani , ripristinare una naturale densità visiva E promuovere la massima rigenerazione cellulare E ricrescita autologa .

L’alopecia, che è il nome tecnico della calvizie, è causata da una serie di fattori scatenanti dovuti principalmente a genetica , infiammazione E ormoni ma per alimentare la sua evoluzione molti motivi personali rendendo ogni calvizie unica e diversa dalle altre, una patologia clinica molto complessa e multifattoriale.

Per curarla, la ricerca scientifica e tecnologica ha permesso di creare un percorso terapeutico che abbraccia le migliori biotecnologie in grado di lavorare sull’unicità di ogni calvizie.

Impostare una cura per la calvizie solo con le terapie classiche, immutate e uguali per tutti, è a dir poco anacronistico. L’errore è pensare alla cura della calvizie con la mentalità di 20 anni fa.

Dire niente più shampoo e lozioni che promettono risultati miracolosi o Trapianti di capelli poco chiari eseguiti in tempi sbagliati con risultati innaturali e statisticamente ripetibili più volte, bastano i trattamenti tricologici classici e basilari offerti nei diversi centri, per affrontare la calvizie abbiamo bisogno di più consapevolezza e di una vera azione multidisciplinare in grado di avvolgere la patologia nella sua interezza e unicità.

La calvizie deve e può essere affrontata integralmente. La Medicina Rigenerativa Inclusiva risponde a questa esigenza clinica attraverso la ricerca scientifica, la rimodulazione e l’adattamento di alcune terapie conosciute e delle migliori tecnologie attualmente disponibili.

In questo campo biomedicale l’eccellenza è rappresentata da Il protocollo include bSBS , l’approccio terapeutico più avanzato e completo del settore. Associa le azioni conosciute più performanti alle azioni moderne e rigenerative in un’unica terapia basata sull’unicità della calvizie di ogni individuo.

Guidato da Dott. Mauro Conti , dal 2009, HairClinic è pioniere in un settore altamente specializzato. Se la medicina rigenerativa è oggi ai vertici dei protocolli terapeutici più ricercati dai pazienti di tutto il mondo, allora era molto poco conosciuta.

Negli anni HairClinic ha maturato una grande esperienza internazionale, costruita su migliaia di pazienti trattati, e ha permesso di creare una terapia diversa da qualsiasi altro approccio presente nel panorama medico.

Il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS contro la Calvizie si articola in 5 fasi terapeutiche concentrate in un’unica Sessione non chirurgica, utilizza più di 16 tecnologie supportate da un follow-up personalizzato di ogni Calvizie.

Ogni tecnologia mira ad agire su un aspetto critico legato alla calvizie di una persona. Grazie ad analisi avanzate, eseguite contestualmente alla seduta terapeutica, è possibile ottenere un pool di input diagnostici, in grado di adattare all’unicità della calvizie del paziente tutte le tecnologie che compongono la terapia inclusiva.

Dritto Fase 1 viene effettuata Analisi genomica , Epigenomica , Profilo della membrana cellulare E Analisi morfologica digitale vengono elaborati da Atelier unico , uno speciale algoritmo in grado di personalizzare l’intero processo terapeutico. La personalizzazione è tale che diventa impossibile eseguire due esattamente le stesse terapie.

Le successive fasi terapeutiche, eseguite contemporaneamente il giorno della seduta, hanno il compito essenziale di ripristinare un ambiente follicolare sano e produttivo.

La fase 2 riguarda la ricostruzione dell’ambiente follicolare , grazie alle cellule staminali e alle cellule riparatrici del follicolo, che vengono prelevate in modo indolore dal paziente stesso, è possibile agire in modo significativo su tutti i follicoli in fase degenerativa, ricettiva e non atrofica. Per fare ciò vengono utilizzate le più avanzate e performanti tecnologie disponibili senza controindicazioni.

La fase 3 offre la più forte azione antinfiammatoria direttamente al cuore dell’infiammazione , è una tappa essenziale perché l’infiammazione è considerata la madre di ogni calvizie. In particolare, la Prostaglandina D2, considerata la principale causa di calvizie nell’uomo e nella donna, provoca un’infiammazione talmente dannosa da colpire anche i follicoli trapiantati. Pensare di curare la calvizie senza estinguere l’infiammazione è impensabile. La fase antinfiammatoria gioca un ruolo chiave nel successo terapeutico del Protocollo, regolando in modo decisivo l’eccesso di sebo e contribuendo a bloccare la sintesi della Prostaglandina D2.

Fase 4, l’azione di alimentazione paracrina fornisce i nutrienti essenziali per la vita futura dei follicoli ricettivi. Le tecnologie utilizzate assicurano il massimo assorbimento dei principi attivi, immediato e con una lenta distribuzione “effetto ritardato”. Mantenere i follicoli adeguatamente nutriti favorisce la produzione di capelli folti e sani.

Lo stadio 5 è l’azione tricogenetica che fornisce l'”inizio” della rigenerazione cellulare grazie ai fibroblasti presenti nella papilla dermica del follicolo. I fibroblasti sono considerati la “chiave di volta” nella nascita, crescita e rigenerazione del follicolo pilifero. Anche in questo caso vengono utilizzate tecnologie indolori di ultima realizzazione.

La terapia è supportata da a follow-up auxologico follicolare altamente personalizzato , è volto a stabilizzare, rafforzare e rendere sostenibili i risultati. infine, il unicità del paziente è abbinata ad una terapia inclusiva personalizzata, non miracolosa e con maggiori possibilità di successo.

Per i pazienti con Calvizie avanzata o che sta pensando di eseguire un trapianto di capelli , La terapia inclusiva è una fase necessaria. Senza la vera base della salute della pelle e dei follicoli, la storia lo dimostra il trapianto di capelli non è sufficiente e non risolve il problema .

Davanti coloro che hanno già eseguito uno o più trapianti di capelli ma finiscono con un risultato poco chiaro e approssimativo, entrambi per fallimento è essenziale prevenire ulteriori interventi ma è imperativo adoperarsi per il recupero del parco più pieno attivo.

Il protocollo bSBS esprime il suo massimo potenziale nel casi di assottigliamento localizzato o diffuso, classico di Alopecia androgenetica così come in esso casi di assottigliamento E la perdita di capelli . Su follicoli non atrofici e ricettivi, promuove l’inversione della miniaturizzazione il bloccare l’invecchiamento cellulare e l’inizio dell’autunno . Promuove il rigenerazione e la nascita di capelli sani e folti . La migliore condizione di salute dei follicoli dà a alta densità visiva a livelli naturali.

La responsabilità editoriale e dei contenuti di cui al presente comunicato stampa spetta a HC GLOBAL SRL

You might also like