Caso cooperative, Bonelli: «Mi ha colto alla sprovvista». E Fratelli d’Italia prepara un’interrogazione su Soumahoro

0

Il giorno in cui Marie-Therese Mukamitsindosuocera di Aboubakar Soumahoro, è stata indagata per truffa grave E fatturazione falsa, Angelo Bonelli prende le distanze dal deputato eletto con la sua lista, Alleanza Verdi-Sinistra. “Sono profondamente turbato dalla vicenda Soumahoro, una vicenda molto brutta che mi ha colto assolutamente di sorpresa. Ma non ho problemi a dirlo applicazione è venuto da noi “, dice. Su richiesta dei conduttori di Un giorno come una pecora, o se si fosse dimesso al posto dell’ex sindacalista, Bonelli risponde: «Se fossi stato in questa situazione, sarei stato informato di eventuali problemi politici prima della candidatura. Abbiamo chiesto e insistito affinché Aboubakar sì auto sospeso – cosa significa in questa fase non posso parlare del nome del gruppo, una sorta di congelamento, una scelta condivisa». L’esponente storico del verdicommentando il dibattito sullo stile di vita apparentemente agiato della moglie di Soumahoro, lo ha definito “totalmente inappropriato – per non parlare – del diritto all’eleganza”.

Intanto Fratelli d’Italiaattraverso il suo parlamentare Federico Mollicone, annuncia: «Faremo un’interrogazione per conoscere lo stato dei lavori e chiarire responsabilità passate. Basta con il business delle cooperative di ristorazione, serve una rivoluzione del sistema. Sarebbe più credibile la prossima volta che Soumahoro indosserà gli stivali firmati della moglie invece di quelli dei lavoratori sfruttati”. Per il nuovo presidente della commissione Cultura alla Camera il caso dura “ogni giorno che passa toni grotteschi e inquietanticon nuove prove. Dai fatti emersi emerge chiaramente che vi è uno scostamento dall’art beni pubblici attraverso la reception, più di 60 milioni. Un modello che abbiamo sempre attaccato con atti di sindacato ispettivo, perché non verificati milioni di euro pubblici e che se le accuse attribuite a Soumahoro saranno confermate, si dimostrerà ancora una volta la gravità di questo sistema. Fratoianni spiega perché lo ha nominato, pur essendo stato informato di questi fatti prima delle elezioni. C’è un “fumus” sul ruolo di Soumahoro che deve essere chiarito. Auspichiamo che la Corte dei Conti, e se necessario la Procura della Repubblica per eventuali determinazioni penali, svolgano tutte le opportune verifiche, seppur con le necessarie garanzie”.

Leggi di più su Apri

Leggi anche:

You might also like