chi sono le vittime con problemi psichiatrici di oss e infermieri arrestati

0

Estrema vulnerabilità psicofisica: queste le condizioni in cui si trovano i 25 pazienti dell’ex Istituto Ortofrenico Don Uva di Foggia, diciannove donne e sei uomini, vittime di una lunga serie di violenze, soprusi, minacce, insulti e umiliazioni da parte di oss e infermieri dell’istituto socio sanitario riabilitativo (i dettagli).

Catturati dalle intercettazioni e dalle immagini delle microspie installate dagli inquirenti nelle stanze e nei corridoi del dipartimento, per otto di loro sono state aperte le porte del carcere, mentre altri sette sono ai domiciliari. Trenta sospetti in totale, tra cui due insegnanti e una donna delle pulizie (riprese video).

Le vittime, in maggioranza donne, sono affette da gravi patologie e disturbi psichiatrici. La loro condizione è cristallizzata nelle 314 pagine dell’ordinanza firmata dal gip Marialuisa Bencivenga, a cominciare da quella di una donna di 62 anni affetta da grave ritardo mentale, grave disturbo del comportamento, epilessia, insufficienza venosa degli arti inferiori, BPCO , steatosi epatica’.

Intercettati due osservatori: ‘Facciamo attenzione’

Una donna di 75 anni presenta “ritardo mentale moderato/lieve, gravi disturbi comportamentali, distimia, BPCO, calcoli alla colecisti, ernia inguinale sinistra”. Il ritardo mentale di un paziente di 68 anni, a cui è stata diagnosticata anche una “insufficienza coronarica cronica”, una “lesione atriale sinistra”, nonché “BPCO, ipotiroidismo subclinico” e “dermatite psoriasiforme del cuoio capelluto”.

Tra le vittime c’è una donna di 54 anni con “ritardo mentale estremo, grave disturbo comportamentale, cecità, nodulo polmonare ipoecogeno nel lobo medio sinistro, calcoli biliari, malattia epatica HBsAg+, cisti parapielica nel rene sinistro, doppia incontinenza”. Due anni più giovane, un paziente con “grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta, epilessia, dislalia, diabete mellito”.

I sospetti hanno cercato di rimuovere i bug

I più giovani, rispettivamente di 50 e 51 anni, sono stati ricoverati per “ritardo mentale estremo, grave disturbo comportamentale, ipercifosi dorsale, rene destro calcificato” e per “ritardo mentale estremo, grave disturbo comportamentale, cardiopatia ischemica del ventricolo sinistro laterale, BPCO , dislipidemia, obesita’.

Un ospite della struttura di 65 anni e vittima della violenza del medico ha “grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta, malattia epatica cronica correlata all’HCV, tachicardia”.

‘Ritardo mentale grave, tetraparesi spastica, dislalia, cardiopatia, ipertensione arteriosa, doppia incontinenza, esiti di encefalopatia’ la diagnosi in un paziente di 69 anni.

Una donna di 62 anni è stata trovata con “grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta”; mentre una donna di 60 anni aveva “ritardo mentale moderato/lieve, ipotiroidismo, BPCO, cistifellea dismorfica, doppia incontinenza”.

Tra i ricoverati sottoposti ad abusi e umiliazioni da parte di medici e infermieri presi in esame vi è anche un paziente di 74 anni con grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta, cardiopatia ipertensiva, insufficienza mitralica, enfisema BPCO, dislipidemia, dermatite psoriasiforme del cuoio capelluto ” e una donna di 73 anni con “profondo ritardo mentale, malattie osteoarticolari/deficienze degli arti, dislalia, atassia, doppia incontinenza”.

E poi un altro 59enne con “grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta, ipotiroidismo, gozzo multinodulare destro, ipertrofia dell’ugola”. E ancora, una 74enne con grave ritardo mentale, cardiopatia ischemica, epatosteatosi, adenomiomatosi della colecisti, isterectomia e annessectomia bilaterale, allergia ai neurolettici”.

A un’altra donna di 75 anni è stato diagnosticato “ritardo mentale moderato/lieve, gravi disturbi comportamentali, diabete nid, ipertensione arteriosa, insufficienza venosa dell’arto inferiore sinistro, BPCO, enfisema, fibroma uterino, insufficienza mitralica”.

Tra i pazienti ricoverati, vittime degli orrori, altri due 64enni, rispettivamente con ‘ritardo mentale intermedio/lieve, gravi disturbi comportamentali, epilessia, ipertensione arteriosa, disturbi della coagulazione, BPCO’ e con ‘ritardo mentale intermedio/lieve, di comportamento grave, diabete nid, ipertensione arteriosa, ischemia del terzo medio del setto, gastrite da reflusso biliare, dislipidemia, obesita’.

La diciannovesima donna ha 76 anni e soffre di ‘grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta, nicl. diabete, cardiopatia ischemica, broncopatia cronica, appendicectomia, doppia incontinenza’

Invece, le vittime di sesso maschile sono sei: un 55enne ha “grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta”, un 57enne soffre di “psicosi da trapianto di ritardo mentale di grado medio”. Disturbi del comportamento’. Un uomo di 62 anni è stato ricoverato in ospedale con “grave ritardo mentale, grave disturbo della condotta, alalia, diabete mellito, malattia epatica cronica HBsAg+, adenoma prostatico, doppia incontinenza”.

Il più giovane degli uomini ha 52 anni e presenta “grave ritardo mentale, grave disturbo comportamentale, epilessia, dislalia, riparazione dell’ernia sinistra”.

A un paziente di 64 anni è stato diagnosticato “ritardo mentale moderato/lieve, gravi disturbi comportamentali, epilessia, enfisema BPCO, malattia epatica HBsAg+, idrocele sinistro, esiti pachipleurici tubercolari, emorroidi di II grado”.

L’ultima delle vittime ha 56 anni e soffre di “ritardo mentale moderato/lieve, gravi disturbi comportamentali”.

You might also like