Da domani il prezzo di benzina e gasolio sale di 12,2 centesimi al litro

0

Maneggiare

Oggi è l’ultimo giorno per fare rifornimento con il pieno “sconto” introdotto dal governo Draghi il 22 marzo 2022 e prorogato nove volte. Infatti, dalla mezzanotte ilaumento delle accise su benzina, gasolio e GPL, forniti dal governo Meloni con il decisione sulle accise dal 23 novembre scorso.

Dal 1° dicembre accise attive gas passerà da 47,84 a 57,84 centesimi al litro, che sul diesel da 36,74 a 46,74 euro al litro, che sul GPL da 18,26 a 26,67 centesimi al litro. Poiché l’Iva del 22% viene applicata anche alle accise sui carburanti, l’aumento del prezzo per benzina e gasolio 12,2 centesimi al litromentre il prezzo del GPL sale di 2,3 centesimi al litro. In concreto, fare rifornimento da domani di 40 litri di gasolio costerà quindi poco meno di 5 euro in più di accise e IVA rispetto a oggi (per l’esattezza 4,88 euro).

Tuttavia, rimarranno le accise su benzina e gasolio 15 centesimi in meno rispetto a quello precedente al decreto di marzo 2022. Il decreto vale un mese: senza proroga a fine dicembre ci sarebbe un altro aumento di 18,33 centesimi al litro.

Fortunatamente, questi aumenti arrivano in un momento in cui i prezzi di benzina e gasolio sono particolarmente bassi: dall’inizio del mese, i prezzi di Petrolio Brent è sceso da $ 95 a $ 85 al barile, un calo aggravato dal recupero dell’euro rispetto al dollaro (la moneta unica è tornata a 1,04 dollari, il massimo da giugno).

Secondo i risultati di Staffetta giornaliera per la modalità verde self service il prezzo medio oggi è di 1,65 euro al litro, per il gasolio 1,73 euro al litro.

You might also like