“È vero, non abbiamo pagato..”. Ora la suocera di Soumahoro vuota il sacco

0

Si è vero. Non gli abbiamo dato il contratto e non gli abbiamo pagato gli stipendi“. Alla fine Marie-Therese Mukamitsindo riconosciuto le sue responsabilità. Questa mattina la suocera del deputato ivoriano si è presentata davanti alla commissione ispettiva del lavoro di Latina Abubakar Soumahoro ha ammesso le accuse mosse contro di lei da Youssef Kadmiri. L’ingegnere marocchino di 42 anni, che si è confidato ad alcune uscite di stampa, ha affermato di essere stato pagato”solo due volteOra la donna indagata per presunte irregolarità nella gestione di due cooperative pro migranti dovrà restituirgli quanto dovuto.

Soumahoro, confessa la suocera

Secondo quanto riportato dal Corriere, Marie Therese Mukamitsindo ha riconosciuto di non aver pagato gli stipendi, ma ha dato una giustificazione. “eravamo nei guai…La donna, che questa mattina si era presentata all’Ispettorato del lavoro, si era rifiutata di rispondere alle domande dei cronisti che le chiedevano di spiegare il caso che andava avanti da giorni, non senza conseguenze politiche. Ora, secondo quanto si è appreso, la suocera del deputato di Alleanza Sinistra-Verde avrebbe raggiunto un accordo. Dovrà migliorare finanziariamente le posizioni di Youssef Kadmiri e quelle di altri due operatori che avevano lavorato per le cooperative Karibu e Consorzio Aid. Anche quest’ultimo aveva accusato Mukamitsindo di non pagarli regolarmente.

Le tre contestazioni ei soldi da restituire

In particolare Stefania Di Ruocco è in forza alla coop Karibu dal 2016. Per lei – riporta il Corriere – la somma di oltre 21 mila euro comprensivo di TFR, da rateizzarsi. Non riceveva nulla da quasi due anni: da gennaio a dicembre 2021 e poi da gennaio 2022 a ottobre di quest’anno. Con lei, a chiedere di rispettare il diritto al compenso, anche Mohamed El Motaraji. Ma ora la storia è tutt’altro che risolta. Sempre secondo quanto si apprende, infatti i tre controversie di fronte a questa mattina sarebbe solo una piccola parte di coloro che si sono opposti alle cooperative della famiglia Soumahoro.

“Deve 400.000 euro ai lavoratori”

Secondo la stima di Gianfranco Cartisano della Uiltucs, sarebbe almeno uno 400mila euro l’importo dovuto sulla retribuzione regolare dei dipendenti, solitamente migranti stranieri. In un video diffuso nei giorni scorsi, il deputato Soumahoro ha dichiarato in lacrime che si schiererà con i pubblici ministeri se le irregolarità da loro denunciate saranno riscontrate.

In questo momento, ricordiamo, Marie Therese Mukamitsindo è indagata per varie ipotesi di reato. Nei suoi confronti sono state mosse le accuse di appropriazione indebita, truffa aggravata e falsa fattura.

You might also like