ex militare muore a 56 anni

0

Picchiato in testa con una verga e accoltellato nel cuore della notte dal figlio di 24 anni. È così che è morto Francesco De Felice, 56 anni, ex militare residente in via Rosolen a Vittorio Veneto. A dare l’allarme è stata la moglie poco dopo le 4:30.

Sul posto sono accorsi i carabinieri di Vittorio Veneto e Treviso, insieme al personale del Suem 118. Dalle prime ricostruzioni dell’accaduto, sembra che tutto sia nato da una lite familiare, finita in tragedia. Il figlio della coppia, Riccardo, è stato trovato sul pianerottolo della casa in stato confusionale. Francesco De Felice era da poco andato in pensione, i militari dell’Arma lo hanno trovato senza vita sul divano di casa. Il giovane, seguito da uno psicologo di quartiere per un disturbo paranoico da inseguimento nei confronti del padre, era uscito di casa nei giorni scorsi. Il Felice era andato a prenderlo ei due avevano avuto un litigio che durante la notte si era trasformato in tragedia. La moglie della vittima, anche lei 56enne, è stata insegnante di scuola superiore per molti anni. La coppia ha un secondo figlio che vive all’estero.

Sul luogo della tragedia sono intervenuti il ​​medico legale Alberto Furlanetto e il pm Davide Romanelli. Figlio e madre sono stati portati in caserma, per il 24enne è stata disposta perizia psichiatrica. Nel pomeriggio sarà portato al carcere di Treviso con l’accusa di omicidio colposo. Il dramma si è consumato in piena notte nel soggiorno della casa al civico 8. De Felice, addormentato sul divano, è stato colpito due volte alla testa dal figlio con uno strumento da ginnastica, una sbarra per flessioni. Vedendo suo padre continuare a muoversi, il 24enne lo ha pugnalato tre volte con un coltello da cucina. Uno dei tre colpi si è rivelato essere il colpo fatale. La moglie del 56enne, svegliata dai rumori nel soggiorno, ha tentato di entrare, ma il figlio aveva bloccato la porta con un mobile. Liberato dopo aver ucciso il padre, Riccardo ha atteso l’arrivo dei carabinieri sul pianerottolo della casa. I residenti locali sono sotto shock. Nel pomeriggio di ieri, martedì 15 novembre, era avvenuto un altro omicidio familiare a Pellegai di Mel (Borgo Valbelluna, Belluno), dove il figlio di un’anziana aveva accoltellato la madre prima di suicidarsi.

You might also like