Festival della Dottrina Sociale | Conclusioni | 2022

0

Si è conclusa ieri, 27 novembre, la dodicesima edizione del Festival della Dottrina sociale dal titolo “Costruire la fiducia – La passione dell’incontro”, organizzato al PalaExpo di Veronafiere dalla Fondazione Segni Nuovi e incentrato sul tema della fiducia reciproca.

La necessità di coltivare i rapporti tra le comunità e costruire la fiducia, anche nelle istituzioni, è stata al centro dell’ultimo incontro a cui hanno partecipato i protagonisti il ​​Vescovo di Verona Domenico Pompili e Mauro Magatti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. «La fiducia è da sempre il sale della società – ha dichiarato Pompili – Mettere al centro il tema della fiducia, come è successo qui al festival, significa rendersi conto che in una società tendenzialmente frammentata come la nostra, diventa necessario sviluppare una cultura favorendo il dialogo e il confronto, perché così abbiamo la possibilità di utilizzare le opportunità di ognuno di noi a vantaggio di tutti».
«L’incontro tra di loro e tra i popoli, in questo momento storico, è tutt’altro che scontato – ha aggiunto Magatti – Richiede passione e fatica, oltre alla capacità di creare condizioni favorevoli per sviluppare la fiducia nel prossimo. Il tema del dialogo è l’unica ragionevole strada da percorrere».

Sono stati più di 70 gli incontri che hanno animato questa nuova edizione con una serata speciale dedicata al Premio Imprenditori per la Pubblica Interesse e numerosi tavoli di confronto su “GenerAttivi!”. Fa da cornice al programma la mostra “L’economia fraterna francescana”.

«Il grande successo di questa edizione ci conferma che il senso e lo scopo del festival di quest’anno sono stati pienamente compresi, che ha voluto mettere al centro il tema della fiducia reciproca e che un susseguirsi di dialoghi e contributi di altissimo livello e trasversali ha visto sui temi più vicini alla realtà del dibattito economico e sociale attuale”, ha affermato Alberto Stizzoli, Presidente della Fondazione Segni Nuovi.

La giornata si è conclusa con la celebrazione della Messa nel Duomo di Verona, guidata da Mario Grech, Segretario Generale del Sinodo. «L’immagine che accompagna il progetto di questo festival è molto suggestiva. Un albero radicato nel bene comune e tre tronchi verdi che si uniscono in una perfetta sintesi di reciprocità – ha detto Grech – Guardando il ricco fogliame sembra quasi che questo ricordi due fumetti, mi piace pensare che queste siano le parole d’amore per l’umanità, nutrita da quel cerchio che diventa linfa vitale dell’intero ecosistema».

You might also like