Gratuità mezzi di trasporto pubblico locale – Primocanale.it

0

Questa iniziativa, seguita da molti altri Comuni, ha aperto la strada ad un servizio gratuito, previa individuazione di finanziamenti che andranno a compensare i circa 70 milioni che arriveranno dalla vendita dei biglietti,

Lettura 1 minuto e 54 secondi

Genova-La servizio Amt gratuito è un percorso complesso che inizia con una serie di misure messe in campo nel post-covid per aumentare il numero di passeggeri, attraverso pneumatici soft gratuiti per le metro eh 24 per i sistemi verticali”, spiega l’assessore Matteo Campora in risposta alla domanda dell’assessore del PD Alberto Pandolfo, che ha chiesto chiarimenti in merito. Lo stesso assessore Campora ricorda come si tratti di un grande progetto che parte dalle sperimentazioni in corso da oltre un anno, prevedendo l’accesso gratuito nelle aree soft dell’area metropolitana e sugli impianti verticali, uno strumento per aiutare le persone ancora più vicine per trasportare il pubblico locale, noi eravamo lì prima città in Italia e una delle prime in Europa per attuare questa misura non ci fermiamo qui, l’obiettivo è arrivare ad un servizio gratuito senza l’utilizzo del biglietto. Questa iniziativa, seguita da molti altri comuni, ha aperto la strada a un servizio gratuito, dopo aver individuato un finanziamento che andrà a compensare i circa 70 milioni che arriveranno dalla vendita dei biglietti, in quanto il costo dell’ingresso gratuito non sarà sull’Amt. Il progetto continuerà allo stesso modo nel 2023 e verrà esteso all’area della Città Metropolitana. Stiamo lavorando su diverse ipotesi di fonti di finanziamento per questa iniziativa, ad esempio presso i caselli. Ci vorrà un altro anno e mezzo per individuare i prossimi passi che consentiranno di raggiungere in maniera totalmente gratuita, con l’obiettivo di aumentare l’uso dei mezzi pubblici e ridurre quello dell’auto per combattere l’inquinamento atmosferico.

Consigliere Alberto Pandolfo del Pd nel corso del suo articolo 54 ha chiesto di sapere se nei programmi dell’amministrazione civile vi è qualche previsione libero o pseudo-libero. Ulteriore richiesta dell’assessore Pandolfo su come è strutturato il piano industriale predisposto da AMT, in cui sono previste e soprattutto programmate le caratteristiche della nuova politica tariffaria, il tutto in conformità a quanto dovrà essere indicato nel contratto di servizio tra Comune di Genova e l’azienda . Pandolfo offre un’ulteriore riflessione ad alta voce: “Come direbbe un genovese contrario ad avere un servizio di trasporto pubblico gratuito, ovviamente nessuno, la mia domanda era invece incentrata su come si realizzerà questo passaggio transitorio.

You might also like