Il ‘biscotto’ che la Spagna sta preparando per la Germania

0

AGI – Il La Germania sosterrà la Spagna giovedì nell’ultima giornata del Gruppo E sperando che le Furie Rosse dimentichino il “biscotto” del passato.

Per accedere al secondo turno, i tedeschi devono battere il Costa Rica e sperare nella squadra di Luis Henriquegià qualificato, rispetta il pronostico e conquista il Giappone.

Una spinta in tal senso è già iniziata da Rüdiger su Carvajal e da Raum su Dani Olmo, approfittando del fatto che sono compagni di squadra rispettivamente al Real Madrid e al Lipsia, scrive Marca.

Laggiù La Spagna è stata vittima ma anche beneficiaria del “cookie” in passato: nel 1998 in Francia nell’ultima partita del girone di qualificazione, doveva sperare nella Nigeria, già qualificata come prima, contro il Paraguay.

Vincono invece i sudamericani per 3-1, vanificando la goleada iberica contro la Bulgaria per 6-1. Tuttavia, il 12-1 messo a segno nel novembre 1983 dalle Furie Rosse a Malta durante le qualificazioni agli Europei del 1984 in Francia desta ancora dubbi.

Nell’ultima giornata di gioco, l’Olanda sembrava già qualificata grazie a una differenza reti favorevole di +16 rispetto al +5 della Spagna, ma a Siviglia gli ispanici hanno ottenuto esattamente la vittoria con 11 gol di cui avevano bisogno.

Un biscotto storico è stato dato anche dalla Germania Ovest ai Mondiali del 1982 con la partita passata alla storia come il “Patto di non aggressione di Gijon”.

Nell’ultima partita della fase a gironi, ‘panzer’ e Austria si affrontano e si qualificano entrambe con una sconfitta per 1-0 contro i tedeschi. Hrubesch segna per gli austriaci dopo 10 minuti e il resto è una lunga melina che approva l’eliminazione dell’Algeria.

Laggiù La stampa spagnola assicura che Pedri e compagni non faranno calcoli come ben sa l’Italia, arrivata in finale all’Europeo 2012 con le Furie Rosse, anche grazie all’inutile vittoria della Spagna sulla Croazia nel girone eliminatorio che valse la qualificazione degli azzurri.

You might also like