il Capitano la rilancia per il futuro

0

Parlando delle prospettive della Nazionale dopo l’eliminazione in Coppa Davis, Filippo Volandri ha difeso Sinner e Berrettini.

L’Italia è stata sconfitta in semifinale da Coppa Davis dal Canada. Gli azzurri ci provano, ma gli avversari, con Felix Auger-Aliassime più che mai decisivi, non lasciano scampo.

Jannik Sinner (foto Ansa)

Lorenzo Sonego era riuscito a regalare all’Italia il primo punto vincendo il match contro Shapovalov. La sua vittoria è arrivata dopo oltre 3 ore di gioco nelle quali si è espresso ad altissimo livello. Poi, però, è arrivato Auger, battendo per primo musetti e quando ha preso il posto dello stesso Shapovalov, che non era al top, è stato decisivo anche nel terzo e ultimo doppio con Vasek Pospisil.

Troppo veloce il ritmo imposto dal duo canadese, per il quale sono bastati due set per sopraffare la coppia FogniniBerrettinicon quest’ultimo al rientro dopo il lungo stop per l’infortunio al piede e chiamato in causa solo in extremis per sostituire l’infortunato Bolelli. Resta l’amarezza in casa azzurra, ma capitano Filippo Volandri sta già guardando avanti affidandosi a ciascuno dei suoi ragazzi in vista del Coppa Davis 2023.

Filippo Volandri difende Sinner e Berrettini

Filippo Volandri
Filippo Volandri (foto Ansa)

In un’intervista riportata da Gazzetta dello Sport, il livornese ha analizzato le prospettive di impegni futuri della sua squadra. “I lavori per Davis 2023 sono già iniziati, o meglio, non finiscono mai. Da quando ho assunto la guida della Nazionale, sono abituato a lavorare in situazioni di emergenza, e ovviamente è sempre meglio avere a disposizione i primi attaccanti” le parole di Volandri.

Poi l’attenzione si sposta sui due big della Nazionale, con Berrettini che, secondo il capitano”.dovuto pagare a causa di un guasto“. È ancora: “Lui ha valore sia a livello umano che a livello esperienziale. Anche quando non poteva giocare ci ha fatto sentire la sua vicinanza, ha dato spunti importanti nella preparazione delle partite e nel doppio ha dato tutto, anche se non era al 100%.“.

Su peccatoreVolandri, d’altra parte, trova ingiustificate le critiche nei suoi confronti per ragioni ben precise, presupponendo che “Il futuro azzurro di Sinner non è in discussione“.

Nonostante un periodo difficile, Jannik si è messo a disposizione nel turno preliminare di febbraio – afferma –. Aveva appena lasciato lo storico tecnico e tutti gli occhi erano puntati su di lui. Nel Bologna è subito arrivato dopo la sofferta sconfitta con l’Alcaraz a New York“. Quindi alla fine: “Dire che non è legato alla maglia azzurra è davvero incurabile“.

Volandri non esclude l’ipotesi

Matteo Berrettini Fabio Fognini
Matteo Berrettini e Fabio Fognini (foto Ansa)

Un altro tema di cui ha parlato Volandri è il doppelgänger, affermando che “Fognini e Bolelli sono un duo d’eccellenzaanche se con la loro età avanzata dovrà trovare valide alternative. E a tal proposito non esclude la possibilità di far giocare insieme i primi due in classifica: “Nel futuro si potrebbe anche pensare a un duo Sinner-Berrettini“. Un’altra soluzione potrebbe allora essere rappresentata dalla coppia Sonego-Vavassori: “Sonego è sulla buona strada insieme a Vavassori, ma quest’ultimo deve ancora fare esperienza per gestire responsabilità come quella di Davis“.

Stiamo lavorando anche sulla sostituzione, in pista stiamo prendendo anche delle wildcard nel doppio per dare esperienza ai più giovani – conclude –. Questo passaggio a Davis è un progetto a lungo termine, siamo solo all’inizio“.

You might also like