Istat, Pil III trimestre +0,5%, la crescita acquisita per il 2022 è pari al 3,9% – Economia

0

Nel terzo trimestre del 2022, l’economia italiana è cresciuto dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti e del 2,6% rispetto allo stesso periodo del 2021, con la crescita realizzata per l’intero 2022 pari al 3,9%. Lo si legge nei conti economici trimestrali dell’Istat, che confermano le stime di un mese fa.

CONSUMI E TURISMO ATTRAGGONO L’INDUSTRIA

Una crescita dell’economia italiana, nel terzo trimestre, che è dipesa dalla domanda interna, soprattutto dei consumi delle famiglie, e dal +0,9% dei servizi, soprattutto del turismo: commercio, trasporti, ricettività e ristorazione, contro il -0,6% dell’industria e -2% di costruzione al 2%.

I consumi sono cresciuti dell’1,8%, più del doppio del +0,8% degli investimenti fissi lordi. Il contributo netto della domanda estera netta (esportazioni meno importazioni, queste ultime gonfiate dai prezzi elevati dell’energia) è negativo per 1,3 punti percentuali.

INFLAZIONE STABILE ALL’11,8%, ACCELERA IL TUO CARRELLO

L’inflazione, che ha decelerato fortemente su base mensile ed è rimasta stabile per tutto l’anno, sembra aver esaurito la sua spinta in accelerazione, aiutata dal calo dei prezzi fissi dell’energia
regolamentato. Secondo le prime stime dell’Istat, l’indice nazionale comunitario dei prezzi al consumo (Nic), tabacchi esclusi, ha registrato a novembre un aumento su base mensile dello 0,5% (dal 3,4 di ottobre) e dell’11,8% su base annua . base (come nel mese precedente).

“Dopo la brusca accelerazione di ottobre, l’inflazione di novembre, rimasta sui livelli record del marzo 1984 (allora +11,9%), è stabile”, afferma l’Istat. “L’inflazione acquisita per il 2022 è +8,1% per l’indice generale e +3,7% per la componente core”.

I prezzi del cosiddetto ‘carrello della spesa’, che comprende i prezzi dei prodotti alimentari, della casa e della cura della persona, hanno invece accelerato dal +12,6% al +12,8%. Diminuiscono, invece, quelli dei prodotti di frequente acquisto (da +8,9% a +8,8%). “Se il continuo calo dei prezzi all’ingrosso del gas e delle altre commodities proseguirà nei prossimi mesi, il fuoco dell’inflazione che ha caratterizzato l’anno in corso fino ad ora potrebbe iniziare ad attenuarsi”, nota l’Istat.

You might also like