Italia a metà, Pioggia e Neve al Centro-Nord, Estate al Sud » ILMETEO.it

0

Meteo intervista al meteorologo Lorenzo Tedici: Italia al centro, pioggia e neve al centro-nord, estate al sud

Italia al centro, pioggia e neve al centro-nord, estate al sudIl maltempo continua senza sosta e non si vede la luce in fondo al tunnel.

Noi abbiamo chiesto Lorenzo Tedicimeteorologo del sito www.iLMeteo.it, ccosa possiamo aspettarci nei prossimi giorni.
Lei ha accennato alla fine del tunnel e nel tunnel abbiamo un treno di perturbazioni diretto in Italia. Dopo il passaggio di un fronte perturbato, responsabile anche di timide nevicate in pianura padana, sul nostro Paese è in agguato una nuova depressione, seguita da una nuova perturbazione da giovedì sera a sabato.

In sintesi, cosa accadrà?
Tutti questi passaggi perturbati possono essere riassunti in poche parole: ‘pericolo di allagamento sul versante tirrenico’. Per i prossimi 4 giorni, infatti, sono attese piogge sostenute, soprattutto dalla Toscana alla Campania, con accumuli che potranno localmente superare i 100 mm, ovvero i 100 litri per metro quadro.
Poiché queste precipitazioni interesseranno zone colpite dal maltempo da più di un mese, il rischio idrogeologico e idraulico per alcuni bacini è nuovamente in aumento.

Una situazione che va quindi monitorata. Quali previsioni specifiche hai fatto?
Nelle prossime ore sono previsti forti rovesci di pioggia tra Campania, Basilicata e Calabria, ma non si possono escludere fenomeni significativi anche tra Lazio e Toscana; dopo una breve interruzione prevista nella notte, domani cadranno altre precipitazioni, soprattutto nel pomeriggio, dalla Sardegna verso Mar Ligure e Tirreno centro-settentrionale.

Dettagli meteo di metà mese, giovedì 15 dicembre?
Domani ci aspetta una seconda parte di giornata molto instabile dalle Alpi al Lazio: in pratica il maltempo colpirà il centro nord con nevicate sopra i 5/700 metri sull’arco alpino ma con qualche fiocco che potrà tranquillamente scendere in pianura in Basso Piemonte. Sull’Appennino, invece, è purtroppo previsto un notevole aumento della temperatura con temperature zero che salgono sorprendentemente sopra i 2500 metri! Da segnalare, infatti, il repentino e significativo aumento della temperatura previsto da domani con un clima quasi estivo al sud, dove in Sicilia sono previsti 26°C; anche al nord le gelate lasceranno gradualmente il posto a condizioni più miti.

Qual è la tendenza verso il fine settimana?
Il treno delle perturbazioni proseguirà la sua lunga marcia anche venerdì, quando le piogge torneranno a cadere sul nord-est e sulla costa tirrenica, fino alla Campania. Insomma, avremo gli ombrelli aperti su gran parte dell’Italia, ma pronti a chiuderli già da sabato pomeriggio, quando le nuvole grigie e l’instabilità saranno gradualmente dissipate dall’arrivo di un potente anticiclone.
Da domenica 18 dicembre, con una settimana di anticipo, possiamo scartare un grande e bellissimo regalo di Natale del tempo: il ritorno del sole e condizioni più miti dopo un lungo periodo perturbato, grigio, grigiore e soprattutto gelido in alcune zone italiane.

You might also like