Italiani “bruciati” dal crack di Ftx: non mancano le sorprese

0

Lo riporta il principale quotidiano economico italiano non sono stati solo i piccoli investitori ad essere “storditi” dal progetto di Sam Bankman-Fried . Il crack ha coinvolto anche “molti investitori professionali”, come “trader esperti e investitori istituzionali”. Una conferma che le bolle finanziarie non attirano e ingannano solo i cosiddetti pesci piccoli.

Sempre secondo il Solo 24 ore tuttavia i piccoli costituiscono la netta maggioranza, circa “Coinvolto il 90% degli investitori”. Il loro investimento medio è di “diverse migliaia di euro”. Una buona parte è rappresentata da giovani alle prime armi negli investimenti finanziari.

Quanto al restante 10%, un 7/8% è costituito da “trader professionisti con saldi medi intorno ai 100.000 euro” e un 2/3% di “operatori istituzionali con posizioni anche superiori al milione di euro”.

La presenza di investitori professionali tra le vittime del crack Ftx si spiega con il fatto che la piattaforma creata da SBF lo ha permesso”trattare con strumenti finanziari derivati ​​avanzati”.

Tra gli exchange di criptovalute “Ftx era l’unico autorizzato a vendere legalmente prodotti derivati ​​in Europadopo aver ottenuto lo scorso giugno da CySec (la Consob cipriota) la “Cyprus License for Investment Firms”, in conformità a quanto previsto dal Regolamento Europeo sugli Strumenti Finanziari Mifid 2.

Ma sempre secondo quanto spiegato da Solo 24 ore avrebbe contribuito anche l’attrazione dei big della finanza”uno specchio allodola“: il pagamento di alti interessi a chi ha comprato e messo in staking (o lasciato in deposito) criptovalute ed euro.

“L’ultimo tasso di interesse offerto, pochi giorni dopo il fallimento dell’11 novembre – dichiarava il quotidiano economico milanese – era dell’8%. Un tasso estremamente elevato il che avrebbe dovuto insospettirlo investitori ingenui tanto più perché, rispetto alle tariffe delle piattaforme concorrenti, era impareggiabile”.

Secondo alcune stime, il numero di italiani coinvolti nel cracking di Ftx potrebbe anche essere pari a 100 mila. Non tutti sono d’accordo con questa ipotesi, ma c’è un accordo generale su un fatto: le vittime sono migliaia. Come confermato dal successo di un canale Telegram (nato per cercare di organizzare una class action) che nel giro di pochi giorni ha ha raggiunto i 3.000 iscritti.

You might also like