Juventus, le parole di Elkann su Allegri e Agnelli

0

Le prime parole dopo il terremoto alla Juventus: “Voglio ringraziare mio cugino Andrea per averci regalato emozioni straordinarie, che non dimenticheremo mai. In questi 12 anni abbiamo vinto tanto. Il merito è soprattutto suo”.

John Elkann parla per la prima volta del terremoto alla Juve: “Il licenziamento dei dirigenti della Juventus rappresenta un atto di responsabilità, che mette al primo posto gli interessi del club”, ha detto l’amministratore delegato di Exor. Gennaio sarà composta da figure molto professionali tecnicamente e giuridicamente, guidate dal Presidente Gianluca Ferrero: insieme agli altri consiglieri, avrà il compito di affrontare e risolvere i problemi legali e di business oggi sul tavolo Confido che la società potrà dimostrare di aver sempre agito correttamente”.

Allegro

“Maurizio Scanavino, che ha dimostrato solide capacità manageriali in tutte le società in cui ha lavorato, sfrutterà l’esperienza maturata soprattutto in ambito media e digitale per accelerare lo sviluppo di Juventus, uno dei brand più forti al mondo” Elkann continua. – Massimiliano Allegri resta il punto di riferimento nell’area sportiva bianconera: contiamo su di lui e su tutta la squadra per continuare a vincere come hanno dimostrato di saper fare in questi giorni, tenendo alti i nostri obiettivi in ​​campo. nipote Andrea per averci regalato emozioni straordinarie, che non dimenticheremo mai. In questi 12 anni abbiamo guadagnato molto. Il merito è in primis suo, così come delle donne e degli uomini che sotto la sua guida hanno raggiunto traguardi memorabili. La nostra storia parla di vittorie e diamo la forza che serve in questi momenti. Con il supporto e l’affetto dei nostri tifosi, abbiamo l’opportunità di costruire un futuro straordinario. diario”.

You might also like