La FIGC apre l’inchiesta sulla Juventus: multa, penalizzazione, retrocessione, cosa rischiano i bianconeri

0

La Procura della Federcalcio ha aperto un procedimento per trattativa privata tra i Juventus e dei suoi attori, attraverso i quali, secondo l’ipotesi di Procura della Repubblica di Torinoci sarebbe stata una riduzione fittizia degli stipendi e una riduzione dei costi nel conti annuali al 30 giugno 2020 e al 30 giugno 2021 l’omissione della posizione debitoria nei confronti dei soci. La procura federale, presieduta da Giuseppe Chinè, aveva ricevuto nei giorni scorsi dai magistrati di Torino gli atti relativi alle indagini sulle plusvalenze del club bianconero, il cui consiglio si è dimesso lunedì. In questo ambito è dunque già partita l’istruttoria della Procura Federale, non essendo la vicenda inserita nel procedimento di diritto sportivo conclusosi lo scorso maggio, dove la decisione finale viene pronunciata dalla Corte Federale d’Appello a sezioni unite. In quel caso le cosiddette plusvalenze erano di fatto esaurite (9 società e 59 dirigenti): i due gradi di giudizio sportivo avevano dimostrato l’impossibilità di definire un metodo oggettivo per valutare il valore di mercato di un calciatore. Su questo aspetto il Avvocato cinese dovrà verificare se tra i documenti mai prima inviati al giudice sportivo, ed in particolare negli esiti delle operazioni di intercettazione delle chiamate, vengono alla luce nuovi fatti che possono essere considerati decisivi per la revisione di tale decisione, almeno per quanto riguarda i fatti contestati alla Juventus.

Cosa sta facendo attualmente la Juventus a livello sportivo? Così recita l’articolo 31 del Codice di giustizia sportiva – Violazioni in materia di gestione e di affari economici – Sezioni 2 e 3.

Una competizione

Allegri: “Tra me e Andrea Agnelli rimane amicizia”

4 ORE FA

Articolo 31 del codice di diritto sportivo

“Qualsiasi società che, falsificando le proprie scritture contabili o amministrative o mediante qualsiasi altra attività non autorizzata o immateriale, tenti di ottenere o di accedere ad un concorso a cui non avrebbe potuto essere ammessa ai sensi delle disposizioni applicabili, è responsabile nei confronti di una delle sanzioni previste dall’articolo 8, comma 1, lettere g), h), i), l)”. E ancora, comma 3: “Il Circolo che convenga con i propri soci o comunque corrisponda loro quote, premi o compensi in violazione delle vigenti disposizioni federali, è punito con la sanzione pecuniaria da uno a tre volte l’importo illegittimamente pattuito o corrisposto, che può essere aggiunta la penalità di uno o più punti in classifica”.

Cosa rischierebbe la Juventus se le manovre NON avessero inciso sulla sua iscrizione al campionato:

Le sanzioni possono essere limitate alla sanzione pecuniaria – da una a tre volte l’importo illegittimamente pattuito o pagato – e all’inibizione dei vari dirigenti coinvolti.

Cosa rischierebbe la Juventus se le manovre incidessero sulla loro iscrizione al campionato:

g) penalizzazione di uno o più punti in classifica; se la sanzione sul punteggio risulta inefficace in termini di disordine nella stagione sportiva in corso, sarà scontata in tutto o in parte nella stagione sportiva successiva;

h) retrocessione all’ultimo posto della classifica del relativo campionato o di qualsiasi altro incontro di competizione obbligatoria; la retrocessione all’ultimo posto comporta comunque il passaggio alla categoria inferiore;

i) esclusione dal relativo campionato o da ogni altra competizione agonistica obbligatoria, con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore;

l) mancata attribuzione o revoca del titolo di campione d’Italia o di vincitore del campionato, relativo girone o competizione ufficiale.

FIFA, Collina spiega il fuorigioco semiautomatico

Una competizione

Juventus: Procura FIGC apre inchiesta su accordi privati ​​con giocatori

5 ORE FA

Una competizione

John Elkann: “Assegnazione di responsabilità: allegro punto di riferimento”

5 ORE FA

You might also like