Måneskin: com’è il loro inglese? Ecco il parere di un esperto

0











IL pelle di criniera sono superstar ormai, anche nel mondo anglosassone, dal Regno Unito agli Stati Uniti, ma come gestiscono la lingua inglese?

Un esperto esprime la sua opinione sulle competenze linguistiche del gruppo rock italiano: BrInglese, famoso YouTuber americano che aiuta ad imparare l’inglese e cerca anche di valutare il livello di inglese degli italiani. In questo caso io pelle di criniera. Vediamo come è andata, con tanti voti come a scuola.

A proposito del cantante e frontman del gruppo Damiano DavideBritiano ha detto:Mi piace il suo inglese ed è molto bravo. Non è al livello norvegese, per così dire, ma sta facendo molto bene. La pronuncia non è perfetta, ma non importa perché capisci tutto quello che dice. Amavo il suo vocabolario. Ha anche usato una parolaccia, “f… in giro”. L’ha usato bene, quindi questo vale un punto in più. Il suo livello è sufficiente. Non è perfetto, ma è bravo. Come voto dobbiamo dare B+ Bravo Damiano!”.

Britaliano ha poi parlato del bassista Vittoria De Angelis: “Senti subito che parla più velocemente, è un po’ più fluente. Può dire cose senza pensare, abbrevia anche certe cose, come invece di “perché” ha detto “causa”, è del tutto naturale. Parla come me a questo proposito. La grammatica non era perfetta ma comunque compresa. È un po’ meglio di Damiano: voto tra B+ e A-. Victoria, molto bella, buon lavoro!”.

Britaliano procede poi con quella che definisce la “due membri che non parlano quasi mai”. A proposito del chitarrista Tommaso Raggi ha dichiarato: “Si sente che ha meno fiducia in se stesso quando parla in inglese. È un po’ duro, succede anche a me quando parlo italiano. Non è completamente sicuro di sé. La grammatica andava bene, ma non metteva la “s” al plurale quando serviva. Voto tra C+ e B-, il suo inglese non è affatto male. Se l’obiettivo della sua vita è parlare un inglese perfetto, dovrebbe continuare per un po’, ma per comunicare e capire, penso che ci sia anche lui. Bravo Thomas, non sei perfetto, ma parli un buon inglese”.

Infine tocca al batterista Ethan Torchioche viene preso in giro dai suoi compagni di band a causa del suo inglese: “Nel video, il resto del gruppo lo prende in giro. Devo dire che non c’è stato alcun errore in quel poco che ha detto, ma sembra che non si sia impegnato molto nella pronuncia. Non posso dare una valutazione molto alta nonostante la grammatica corretta, perché parla davvero “strano”. Secondo me può migliorare in poco tempo se ci mette più impegno. Non direi che il suo inglese fa schifo, ma l’accento non è andato molto bene. Dobbiamo dargli una C, ma Ethan, non è la fine del mondo. Non c’è niente di cui vergognarsi”.

L’esame di inglese è stato quindi superato per tutti e quattro i Måneskin, anche se con voti diversi. Bravi ragazzi!


ph:immagini Getty


You might also like