«Me lo ha detto Gesù»

0

Immagina di viaggiare su un aereo e di essere distratto da un ronzio vicino al tuo posto. Rumori e urla nell’aereo sono abbastanza inquietanti e non aiutano ad affrontare il volo nel migliore dei modi. Immagina che quei suoni siano steward e hostess che cercano di scoraggiare in ogni modo possibile un passeggero che vuole aprire il portellone dell’aereo. Supponiamo che un viaggiatore, come te, ma che, diversamente da te, ha capito cosa sta succedendo, interviene con la donna e si prende un morso sulla gamba. Mentre cerchi di non impazzire e ti prepari per gli ultimi istanti della tua vita, apprendi che il passeggero aveva deciso di aprire il portellone dell’aereo perché doveva solo obbedire a un ordine che veniva dall’alto. Con la A maiuscola, cioè da Gesù Sì, è tutto vero. Elom Agbegninou, 34 anni, ha fatto del suo meglio per aprire il portellone dell’aereo della Southwest Airlines che ha viaggiato dall’Ohio al Texas sabato scorso durante l’affollato fine settimana del Ringraziamento. E lo fece perché, disse, Gesù glielo aveva chiesto.

Aereo colpito da un fulmine: atterraggio d’emergenza a Bari per volo Milano-Napoli, passeggeri illesi

Se pensi di aver fatto dei viaggi folli e drammatici, è perché non hai letto questa storia incredibile ma vera. Il passeggero è stato arrestato dopo aver tentato di aprire il portellone dell’aereo in quota (circa 11.000 metri). E ha affermato di averlo fatto perché glielo aveva detto Gesù. Quel volo è stato costretto ad atterrare in Arkansas, prima di arrivare alla destinazione originariamente prevista. Il processo avrebbe dovuto svolgersi in questi giorni, ma a causa dello stato mentale di Agbegninou è stato sospeso.

In aereo lotta fino all’ultimo gomito per un po’ di spazio tra i sedili

Il volo Southwest Airlines 192 era in rotta da Houston a Columbus sabato quando ha effettuato un atterraggio di emergenza all’aeroporto nazionale Bill and Hillary Clinton a Little Rock, in Arkansas. Il cambio di programma è dovuto a una passeggera i cui assistenti di volo le hanno impedito di raggiungere l’uscita di emergenza e di aprire le porte dell’airbus.

Quando un altro passeggero è intervenuto, Agbegninou lo ha morso sulla coscia e si è rifiutato di liberarsi fino a quando la sua mascella non si è aperta, ha riferito Click2Houston. La vittima morsa è stata successivamente curata con antibiotici in ospedale una volta atterrato.

Bimbo autistico piange amaramente durante il volo: l’assistente di volo lo calma. La madre del bambino: “Trasuda un’aura d’amore”

“Ho pensato al peggio, l’aereo si è schiantato, ma so che le possibilità sono molto scarse”, ha detto il passeggero Ding Yu a Fox 26.

Agbegninou è comparso in tribunale per il suo processo mercoledì mattina, ma il suo avvocato temeva che non potesse continuare a causa delle sue condizioni mentali.

L’episodio toccante è iniziato quando Agbegninou è andato sul retro dell’aereo e ha iniziato a “fissare” la porta di uscita. Un assistente di volo ha detto alla donna di andare in bagno o di sedersi. Un altro assistente di volo ha detto che Agbegninou aveva chiesto a entrambi se poteva guardare fuori dal finestrino. Quando le è stato rifiutato, ha iniziato a tirare la maniglia della porta di uscita, mentre l’aereo era ad alta quota.

Quando un viaggiatore è intervenuto e ha affrontato Agbegninou, la donna lo ha morso sulla coscia e non ha voluto lasciarlo andare, costringendo il passeggero a separare la mascella dalla gamba. La donna ha quindi iniziato a sbattere la testa sul pavimento dell’aereo, sostenendo che “Gesù le ha detto di volare in Ohio e Gesù le ha detto di aprire la porta”.

Un volo molto movimentato.

Allarme terrorismo su aereo Emirates in volo sulla Sardegna, sospetto passeggero costringe Boeing a rientrare in Grecia

La coppia “maleducata” si rifiuta di lasciare l’aereo e costringe tutti i passeggeri a sbarcare

© RIPRODUZIONE RISERVATA

You might also like