Narni Scalo: sposta il fucile e parte il colpo che uccide lo zio

0

Con il passare delle ore si fa più chiara la dinamica dei tragici fatti accaduti nel tardo pomeriggio di martedì in una casa di Narni Scalo. Secondo quanto ricostruito – l’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Giorgio Panucci e condotta dai carabinieri della direzione della stazione di Narni Scalo – il 79enne AZ era in casa con la nipote di 55 anni e un armaiolo . Quest’ultimo era stato contattato dal 79enne per aver venduto armi di proprietà del fratello di 85 anni dell’uomo più anziano. Il fucile giaceva su un tavolo e nessuno sapeva o ricordava che non fosse stato scaricato prima dopo l’ultima battuta di caccia avvenuta qualche tempo prima: quando la donna lo spostò per leggere il numero di matricola, il colpo raggiunse accidentalmente il suo colpo. zio nella pancia, con conseguenze purtroppo fatali. Una drammatica coincidenza che ha chiaramente spinto tutti alla disperazione.


Tragico incidente domestico nel tardo pomeriggio di lunedì a Narni Scalo, dove in un’abitazione un uomo del posto di 79 anni – AZ le sue iniziali – è rimasto gravemente ferito all’addome da un colpo sparato dalla pistola che stava riparando. L’anziano è stato soccorso dagli operatori del 118 e portato d’urgenza all’ospedale ‘Santa Maria’ di Terni, dove è purtroppo deceduto per la gravità delle ferite riportate. Sull’accaduto – non c’è dubbio che si sia trattato di una drammatica fatalità – sono al vaglio dei carabinieri del Comando stazione di Narni Scalo, appartenenti alla Compagnia Amelia, i carabinieri per ricostruire esattamente l’accaduto. Elementi destinati a giungere all’attenzione dell’autorità giudiziaria di Terni per la determinazione del caso.

Condividi questo articolo

You might also like