quando va dichiarato il conto PayPal?

0

Sempre più italiani hanno un conto PayPal, grazie alla facilità con cui puoi pagare con gli amici e scambiare denaro. A causa dell’ampia diffusione, crescono anche i dubbi sull’opportunità o meno di includerlo nel quadro RW della dichiarazione. Vediamo cosa fare insieme!

Secondo le disposizioni della legge in materia, tutte le persone fisiche sono proprietari conti correnti esteri o altre attività finanziarie, sono tenuti a dichiararle in dichiarazione dei redditi. Tra questi, dunque, sembra esserci anche il account Paypal. Ma secondo altre interpretazioni, il conto PayPal non rientra nella dichiarazione dei redditi.

Facciamo chiarezza insieme nel prossimo articolo e valutiamo attentamente come comportarsi.

PayPal: va dichiarato?

PayPal

Vediamo se e quando dichiarare il conto PayPal nella dichiarazione dei redditi ordinaria. Di norma, non è necessario dichiarare tutti i conti in Italia, poiché le autorità fiscali italiane possono reperire autonomamente tutte le informazioni necessarie. Questo non si può dire per i conti esteri: PayPal potrebbe essere uno di questi secondo la normativa italiana.

I conti esteri sono soggetti alla cosiddetta vigilanza fiscale, motivo per cui è necessario dichiararli ed eventualmente pagare l’IVA, oppure l’imposta sulle attività finanziarie estere. Ma siamo così sicuri che PayPal debba essere dichiarato? I dubbi sono legati alla sua doppia essenza. Queste sono le due filosofie:

  • PayPal non è un conto corrente, ma uno strumento di pagamento. Per essere utilizzato, deve essere collegato ad altri strumenti controllaticome carte di credito o conti correnti.
  • PayPal è un conto bancario estero. Permette infatti di ricevere ed effettuare pagamenti trasferire denaro in tutto il mondo.

PayPal: quando va dichiarato?

PayPal

Vediamo ora in quali casi va dichiarato il conto PayPal, questo perché non sempre i conti esteri vanno dichiarati, ma ci sono alcuni requisiti. In effetti, i conti dovrebbero essere inclusi nella parte RW solo se:

  • si supera, anche durante l’anno per un solo giornoun magazzino superiore a 15.000 euro;
  • supera il saldo medio annuo di 5.000 euro

In questo caso, l’Ivafe dovrà essere versata, con un importo pari a 34,20 euro.

You might also like