Scuole di Puglia, ecco la classifica delle migliori secondo Eduscopio – Fondazione Agnelli

0

BARI – Sono le migliori scuole della Puglia secondo la classifica pubblicata dalla Fondazione Agnelli ed Eduscopio, messa online sul portale Eduscopio.it.

eduscopio.it utilizza a tal fine i dati amministrativi raccolti dai ministeri competenti sulla carriera universitaria e professionale dei singoli laureati. Sulla base di queste informazioni vengono costruiti indicatori rigorosi ma allo stesso tempo comprensibili che consentono di confrontare le scuole sulla base dei risultati conseguiti dai propri diplomati.

Come ogni anno, la graduatoria (tenendo conto della duplice finalità di preparazione al lavoro o all’università) mette a confronto la qualità di tutte le scuole superiori: licei, istituti tecnici e professionali. Per quanto riguarda la città di Bari, Socrates spicca al primo posto tra i licei classici con l’86,4% di laureati in regola. A seguire Orazio Flacco. Salvemini, invece, si distingue per lo scientifico, seguito a ruota da Fermi, Scacchi e Cirillo.

Per i licei linguistici, Bianchi Dottula è al primo posto: seguono Marco Polo, Cirillo, Giulio Cesare e Romanazzi. Ultimo per i Tecnici – Economia Giulio Cesare al primo posto, seguito da Romanazzi, Marco Polo e Lenoci, mentre per i Tecnici – Tecnologici al primo posto della classifica Calamandrei, seguito da Panetti-Pitagora e Marconi.

In Salento, sono questi gli istituti della provincia di Lecce che brillano con punteggi alti.

Negli studi umanistici spicca il Liceo Classico “Colonna” di Galatina, davanti al “Galilei” di Nardò e al “Capece” di Maglie. Al primo posto tra gli Scienziati c’è ancora il “Trinchese” di Martano, seguito dallo “Stampacchia” di Tricase e dal “Da Vinci” di Maglie. Per le scienze applicate, invece, eccelle il “Salvemini” di Alessano, poi il “Quinto Ennio” di Gallipoli e il “Galilei” di Nardò. In campo umanistico i “Siciliani”, poi i “Montalcini” di Casarano ei “Galilei” di Nardò. Per la specializzazione Scienze Umane – Economia Sociale, i “Montalcini” di Casarano, poi “Aldo Moro” di Maglie e poi i “Siciliani” di Lecce sono in testa alla classifica. Casarano è sempre al vertice per linguistica con i “Montalcini” seguiti dal “Quinto Ennio” di Gallipoli e dal “Vallone” di Galatina.

Al contrario, per i corsi di laurea in Ingegneria Economica, le scuole di Maglie sono al primo posto. In Economia, “Cezzi De Castro” di Maglie è al primo posto, seguito da “Antonio De Viti De Marco” di Casarano e “Amerigo Vespucci” di Gallipoli. Per il Tecnologico invece il “Mattei” di Maglie, poi il “Grazia Deledda” di Lecce e il “Meucci” di Casarano.

La graduatoria degli istituti professionali rimane invariata rispetto al 2021: per i servizi, secondo l’indice di occupazione dei laureati, sono in testa le scuole superiori Otranto e Poggiardo, poi “Egidio Lanoce” di Maglie e “Filippo Bottazzi” di Ugento. Pur seguendo il criterio della coerenza tra studi compiuti e lavoro, si è classificata al primo posto la “Antonietta De Pace” di Lecce, seguita dall’Istituto Superiore di Otranto e Poggiardo e infine dalla “Presta Columella” di Lecce. Per Industria e Artigianato troviamo invece (secondo l’Indice occupazionale dei laureati) il “Moccia” di Nardò, il “Luigi Scarambone” di Lecce e il “Filippo Bottazzi” di Casarano. La classificazione in base al criterio di coerenza tra studi svolti e lavoro, i primi tre rimangono gli stessi. Per l’Artistico, l’unico istituto con dati in provincia è il “Ciardo Pellegrino”.

You might also like