Sono un farmacista e ti spiego quali prodotti per il raffreddore e l’influenza sono davvero efficaci (e quali no)

0

Con l’avvicinarsi dell’inverno, molte persone hanno già a che fare con l’influenza e vari raffreddori. Il fai da te viene spesso utilizzato per alleviare i sintomi dei malesseri stagionali, come la tosse, ma il rischio di fare le medicine sbagliate è in agguato. Un farmacista inglese spiega quali farmaci possono essere davvero utili

Nudi contro il cancro della pelle

In caso di tosse e influenza il miglior consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia che potrà consigliarvi i medicinali più adatti a seconda dei casi. Tuttavia, c’è un farmacista inglese che ha dato alcuni suggerimenti utili e ha spiegato quali farmaci possono essere davvero utili per il raffreddore e l’influenza e quali, secondo lui, sono solo uno spreco di denaro.

Si tratta di Abbas Kanan di Chemist Click, la pluripremiata farmacia online del Regno Unito.

Intervistato da lo specchio, Dott. Kanan ha spiegato che la cosa più importante da fare prima di acquistare medicinali per il raffreddore e l’influenza è fare il punto sui sintomi che si hanno.

Medicinali davvero utili per raffreddori e tosse

Secondo il farmacista inglese, ci sono 3 farmaci che possono fare la differenza. Questi sono:

  • decongestionante (o vasocostrittore): se hai il naso chiuso
  • espettorante: se la tosse è grave
  • sedativo della tosse: se la tosse è secca

Il farmacista fa poi l’esempio concreto di un prodotto venduto nel Regno Unito, ma le indicazioni possono esserci utili anche visto che stiamo parlando dei principi attivi che contiene:

Ad esempio, le capsule di Lemsip Max contengono paracetamolo che aiuta ad abbassare la temperatura se si ha la febbre, contiene anche fenilefrina cloridrato che è un vasocostrittore che aiuta a ridurre il gonfiore dei vasi sanguigni nel naso e alleviare la congestione nasale, e ha la guaifenesina che è un noto espettorante e aiuta a rimuovere il muco dalle vie respiratorie. Quindi, se hai il raffreddore e l’influenza, devi sapere che tipo di tosse hai. Se hai una tosse secca e hai il naso chiuso e hai usato Lemsip Max, allora non sarebbe d’aiuto perché ti farebbe tossire e se hai una tosse secca non c’è niente da chiarire.

In caso di tosse secca, il farmacista consiglia invece un sedativo della tosse come il destrometorfano.

Dott. Kanan offre anche alcuni consigli per le donne incinte che notoriamente non sono in grado di assumere determinati farmaci:

Se sei incinta puoi prendere il paracetamolo ma non puoi prendere la fenilefrina perché aumenta la pressione sanguigna, né puoi prenderla se hai la pressione alta quindi assicurati di guardare il prodotto per vedere se ti fa bene.

Durante la gravidanza, è più importante che mai consultare il medico.

Poi c’è il caso di chi non può usare decongestionanti nasali come fenilefrina o ossimetazolina ma soffre comunque di una grave congestione nasale, l’esperto consiglia in questo caso l’uso di decongestionanti nasali inalazioni di vapore che può facilitare la respirazione.

Non è importante acquistare prodotti di marca

Dott. Kanan ha elencato alcuni dei principali principi attivi contenuti in vari prodotti per curare i malanni di stagione:

Se inizi a guardare i rimedi per il raffreddore e l’influenza e prendi un noto prodotto di marca e confronti gli ingredienti con altri prodotti, saranno gli stessi. Non hai bisogno di quelli più costosi, è solo il potere del marketing.

Alcuni prodotti sono soldi buttati

Il farmacista inglese indica una serie di prodotti che secondo lui sono uno spreco di denaro se acquistati per alleviare i sintomi del raffreddore e dell’influenza:

Ci sono alcuni prodotti, come potenziatori immunitari, vitamine e integratori, che a meno che tu non sia effettivamente carente di queste specifiche vitamine o sostanze nutritive, di cui chiunque segua una dieta sana ed equilibrata non ha bisogno, non è necessario assumerli.

In particolare, critica gli integratori di vitamina C:

Penso che la vitamina C sia probabilmente uno dei più grandi malintesi perché le persone pensano che aiuterà ad accelerare i tempi di recupero, ma non è così.

L’esperto aggiunge che quando si tratta di raffreddore o influenza, non c’è modo di “stroncarli sul nascere” perché una volta che i sintomi si manifestano, la malattia farà il suo corso, non importa quando inizi a prendere le medicine.

Avvertenze

Certo, i farmaci dovrebbero essere usati con un certo criterio. Ad esempio, per i decongestionanti nasali, il farmacista specifica:

Non puoi usarli per più di sette giorni perché possono causare qualcosa noto come congestione di rimbalzo, che alla fine significa quando l’infezione da raffreddore che causa i tuoi sintomi persiste ancora. Potresti stare bene e il resto è sparito, ma il tuo naso sarà ancora chiuso.

Inoltre, se i sintomi persistono dopo tre settimane, soprattutto in caso di tosse persistente, il farmacista consiglia di rivolgersi immediatamente a un medico.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | Tic toc | Youtube

Leggi anche:

You might also like