Un antico ammasso di stelle al centro della Via Lattea

0

Noi siamo nel Segno zodiacale Scorpionevicino al centro della nostra galassia, dove un denso ammasso stellare circonda un buco nero.

Questa raccolta di stelle si chiama Pismi 26 e dista circa 23.000 anni luce da noi. Prende il nome dall’astronomo armeno Paris Pismis che la osservò per la prima volta nel 1959 dall’Osservatorio di Tonantzintla in Messico. È un ammasso stellare globulare, ovvero un gruppo particolarmente denso di stelle tenute insieme dalla loro gravità, che conferisce loro un aspetto sferoidale, orbitanti attorno al centro di una galassia, in questo caso la Via Lattea. Sembra che questi tipi di oggetti siano numerosi, ma difficili da osservare perché nascosti dalla polvere interstellare.

Questo è precisamente il caso di Pismis, che è vicino alla sfera galattica (rigonfiamento), un “rigonfiamento” composto da polvere interstellare e vecchie stelle caratterizzate da un colore rosso (la polvere diffonde luce blu a lunghezza d’onda più corta mentre trasmette luce rossa a lunghezza d’onda maggiore).

Gli astronomi hanno utilizzato il telescopio spaziale Hubble per osservare Pismis 26 in luce visibile e infrarossa e determinarne l’età e la composizione.

I ricercatori hanno scoperto una forte presenza di azoto-caratteristica comune di questi cluster nelle vicinanze rigonfiamento, un elemento più pesante rispetto all’idrogeno e all’elio che è presente in quantità maggiori nell’universo. Si stima che la datazione dell’ammasso sia intorno 12 miliardi di anni. Sembra anche che Pismis 26 abbia perso parte della sua massa nel tempo a causa del campo di marea che batte l’interno della galassia, provocando l’allentamento degli strati esterni.

Crediti: NASA, ESA

You might also like