Un pesce ha giocato alla Nintendo Switch, fatto acquisti ed esposto la carta di credito del proprietario

0

È successo in live streaming sul canale dello YouTuber giapponese Mutekimaru: tutta colpa di un bug di Pokémon Viola. L’utente ha quindi richiesto (e ricevuto) un rimborso.

Sebbene possa essere difficile credere che un pesce possa giocare ai videogiochi, figuriamoci fare acquisti in-game con una carta di credito. Eppure è proprio quello che è successo negli ultimi giorni Giapponedurante un live streaming dello youtuber Mutekimaru. Al centro della storia c’è il desiderio di quest’ultimo di scoprire se il suo animale domestico potrebbe completare il pesce Pokemon Viola su Nintendo Switch. Per farlo ha quindi posizionato accanto alla loro ciotola uno speciale controller in grado di registrare i loro movimenti e di tradurli in veri e propri comandi attraverso una griglia sovrapposta.

Dopo circa mille ore di gioco, l’esperimento è andato a pieno regime: alternato da Mutekimaru a “turni” di dodici ore, il pesce era riuscito a sconfiggere un nuovo capopalestra. Tuttavia, quando si riprende il gioco, Pokémon Viola si è bloccato improvvisamente a causa di un bug, che riporta il giocatore ridimensionato alla schermata principale di Switch. Sarebbe sfortuna che in quel momento il proprietario non seguisse la vita, quindi il pesce poteva continuare ad agire indisturbato. Risultato: nuotando, l’animaletto (ignaro) è andato nelle impostazioni, ha cambiato il nome del profilo, ha chiuso e riaperto l’eShop controllando i termini di servizio e – quel che è peggio – finì persino per mostrare pubblicamente i dati della sua carta di credito registrata. Non sto pagando, ha anche inviato un’e-mail a Mutekimaru attraverso la schermata di PayPal e, incredibilmente, ha anche aggiunto 500 yen al conto (poco più di 3,50 euro, al cambio attuale) con addebito sulla carta di credito stessa. Infine, ha chiuso in bellezza spendendo pochi punti per un’icona e scaricando un’estensione specifica per Nintendo 64. Vedere per credere.





















































È facile immaginare lo sgomento divertito degli spettatori dal vivo, così come l’incredulità di Mutekimaru una volta assistito a quanto accaduto. Lo youtuber ha preso il controllo della registrazione e poi ha contattato il servizio clienti Nintendo: “È possibile ottenere un rimborso per gli articoli acquistati accidentalmente dal mio pesce domestico?“, ha chiesto. Una risposta affermativa e la storia è subito diventata virale online (oltre 400.000 visualizzazioni su YouTube, oltre 800.000 su Twitter). Nel variegato mondo di Internet, a volte sembra che non ci sia limite alla follia.

24 gennaio 2023 (modifica il 24 gennaio 2023 | 19:10)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

You might also like