WhatsApp, ecco cosa potrai fare molto presto: le funzioni in arrivo

0

Sei mesi dopo il lancio della comunicazione WhatsApp inizia a mettere a disposizione dei suoi circa 2 miliardi di utenti in tutto il mondo alcune delle novità annunciate, a partire da quelle relative alla Community.

Le “Comunità”

È una delle innovazioni più attese con il maggior potenziale. In sostanza, le Community non sono altro che schermate panoramiche in cui è possibile inserire e gestire più gruppi WhatsApp. In questo modo è possibile eseguire specifiche operazioni contemporaneamente su tutti i gruppi salvati, oppure solo su uno o su alcuni di essi. Pertanto, viene configurato un nuovo tipo di chat di gruppo, che a sua volta sarà suddiviso in sottoinsiemi a seconda delle vostre esigenze.

“WhatsApp Community consente alle persone di unire gruppi separati in un gruppo più ampio secondo la struttura che meglio si adatta a loro”spiega l’azienda. “Saranno in grado di inviare aggiornamenti all’intera comunità e organizzare facilmente gruppi di discussione più piccoli e specifici per argomento”.

Con questo strumento è possibile riunire i gruppi in uno spazio apposito, dando a ciascuno di essi un nome, un’immagine e una descrizione. Ogni Comunità può contenere fino a 10 gruppisolitamente classificati per argomento. Una volta creata la community è possibile accedere alla chat degli annunci, che permette al moderatore di inviare messaggi ai membri. Dal punto di vista professionale, tale funzione può consentire di suddividere le linee guida secondo i settori o le categorie di riferimento dei diversi dipendenti, dedicando a ciascuno di essi una comunicazione ad hoc ed escludendo gli altri che ne sono esclusi.

La novità, disponibile per alcuni modelli da aprile e per altri solo da novembre, è attivabile nella scheda Comunità (in alto nelle chat Android, in basso in iOS), assegna al gruppo un nome, un’immagine e una descrizione, quindi aggiungi i gruppi alla community.

I sondaggi

Un’altra possibilità è creare sondaggi e poi pubblicarli in uno chat di gruppo. Una novità destinata in primis agli utenti della beta, riguardante la versione 2.22.21.16 (per Android) e 2.22.21.70 (per iOS). È quindi possibile creare sondaggi in gruppi con più partecipanti, porre una domanda, determinare le risposte e lasciare che i partecipanti alla chat esprimano la loro preferenza. Non solo gli amministratori ma anche i membri “base” del gruppo potranno farlo. I sondaggi durano fino a 12 opzioni diverso. Una volta ricevuto il voto, i dati vengono aggiornati automaticamente ei risultati vengono visualizzati su un’apposita schermata.

Più utenti in gruppi

Se prima WhatsApp permetteva di creare gruppi fino a 512 partecipanti, ora il numero è raddoppiato: compreso admin, infatti è possibile ospitare 1024 utenti. Una novità importante, soprattutto se legata alla funzione comunitaria e quindi alla creazione di sottogruppi anche molto numerosi.

Videochiamate tra più persone

Altra novità è quella relativa all’aumento del numero di partecipanti alle conversazioni di gruppo: la video chat dell’app non potrà più ospitare un massimo di 8 utenti, ma ben 32.

Chatta con te stesso

Questa nuova funzionalità funge essenzialmente da blocco note e memorandum. Sebbene questa opzione esistesse già per iOS, la società è stata incaricata di apportare miglioramenti specifici su entrambe le piattaforme. Scomparsa su iOS e mai arrivata su Android, questa opzione permette di inviare messaggi a se stessi attraverso un’apposita chat, che può essere lanciata direttamente dalla lista dei contatti.

La versione di WhatsApp interessata è la 22.23.74 per iOS e la 2.22.23.77 per Android. Niente più procedure complicate, basta premere il pulsante per iniziare una nuova conversazione. Nell’apposita schermata troverai il tuo numero di telefono, identificato da una “u” tra parentesi e il comando “Invia un messaggio a te stesso”. Eventuali messaggi inviati in quella conversazione saranno disponibili anche sugli altri dispositivi collegati alaccount.

Un account per più dispositivi

Tra le novità della Beta, anche la possibilità di utilizzare un account più dispositivi. Se premi i tre puntini in alto a destra durante l’attivazione dell’account su un nuovo smartphone, accederai alla voce “Connetti un dispositivo”. Ad esempio, puoi scansionare un codice QR da un telefono cellulare mentre l’app WhatsApp è già attiva. In altre parole, se segui questo metodo, utilizzerai un altro smartphone o tablet come dispositivo secondario per lo stesso account.

Comunque, è una versione di prova. Al momento si parla addirittura di sfruttare la feature più dispositivi anche fino a 4 cellulari o tablet.

You might also like